sabato 3 settembre 2011

Bernocca



Addio Bernocca, eri lo zio francese, quello che giocava, quello che correva dietro alle sottane, quello che suonava la fisarmonica, amante del buon vino e del buon cibo ...e che fumava le sue sigarette arrotolate.
Gli eventi non ti hanno mai fatto sconti, una esistenza che inizia in salita la tua, emigrante in francia con la famiglia ma quando rientravi con la zia Anna per il natale o pasqua era festa.
Sempre ho sentito commenti su di te e sempre ti ho visto incurante continuare a fare ciò che volevi, fino all'ultimo.
Probabilmente chi ti è stato vicino ha sofferto molto questa tua stravagante personalità però ha lottato per rimanerti vicino e spesso ti ha difeso dai duri commenti degli altri.
Ricordo quando mi insegnasti a suonare il Carnevale di venezia a due mani sulla tastiera regalata a natale, quando prendevi la fisarmonica alle cerimonie e subito si improvvisava una sala da ballo, fantastico...
Grazie per questi ricordi.
Gli ultimi anni sono stati duri per te ma mai ti ho sentito lagnarti o deprimerti, anzi... ogni volta che ti presentavi cantavi O sole mio... Così ti ricordo, una persona positiva che amava la vita e che ha sempre cercato di cogliere il bello da ciò che lo circondava.

Giovedi 01 settembre 2011
Un nipote

VIDEO SU ANGHIARI

Loading...

Barzellette (rigorosamente copia/incollate)'s Fan Box

BUCACCE ALCOLICHE's Fan Box